Bulbophyllum cumingii


Caratteristiche:


  • serra: intermedio-calda;
  • luminosità: non esageratamente luminoso, 10K lux son sufficienti;
  • UR: sorpa il 70%;
  • dimensione: medio-piccola, i bulbi sono di 3-5 cm;
  • fioritura: stelo eretto portante 6+ fiori, di 2-3cm ognuno, aperti a ventaglio dalle note rubre-panna;
  • profumo: sì, palude marcia....;
  • riposo: no.

Habitat naturale


Bulbophyllum cumingii è una piccola orchidea simpodiale che vive epifita nelle foreste di mangrovia fino ad arrivare alle pendici di boschi secchi ad un altitudine di 500m; più precisamente è possibile ritrovarla sia nelle Filippine che nel Sabah (Borneo).


Queste terre sono caratterizzate per il classico clima tropicale in cui, però, non si ravvisano eccessive variazioni di temperatura: tipicamente le medie giornaliere si attestano sui 30°C e quelle notturne sui 23°C; nemmeno per quanto riguarda l’umidità relativa: tipicamente costante attorno a valori di 80-86%.



Habitat fuori-sede


Ennesimo regalo da parte del buon Massimone, lui la stava coltivando montata su zattera, ma siccome ormai ho abbandonato questo tipo di coltivazione appena arrivata a a casa, ovviamente, l'ho smontata e collocata prontamente nel terrario in pozioni strategiche: immaginando la fioritura, volevo che questi mini ventaglietti risaltassero notevolmente.

Dopo un paio di mesi, nonostante la mia presunta memoria di ferro per cui mi ero detto " perchè fare delle foto alle piante nel terrario? conosco ognunga di loro alla perfezione! ". Vero, ma quando arriva un ordine da Kopf di soli bulbetti e li metti dentro, qualcosa può andare storto e pronto e fatto: chi è chi, ora?! D:

24/04/2017
Ed ecco che un pomeriggio, con la testa letteralmente dentro alla teca, scorgo un mini stelo di un bulbo di cui, ahimè, avevo dimenticato totalmente l'ID... poco importante, mi ero detto: l'importante è che fiorisca! 



30/04/2017
Pian piano, crescendo a vista d'occhio, inizio almeno a comprendere che si tratta di un ex cirrhopetalum, ma il dubbio rimane: chi diamine è?!



10/05/2017
Direi che a questo punto, la diagnosi è quasi chiusa: o è il cumingii o il pulchellum, direi più il primo considerato che l'apice floreale non si colorava ulteriormente.




14/05/2017
Direi che è decisamente il cumingii , il pulchellum sarebbe stato più uniforme nella colorazione rosata! 



15/05/2017
Finalmente ci siamo: è fiorito ed è decisamente un cumingii . Era tanto che aspettavo che un cirrhopetalum mi fiorisse, ho sempre trovato molto affasciante la dispozione a ventaglio dei singoli fiori che, nel complesso, da' l'idea d'essere uno stranissimo fiore unico -devo ammettere che, fino all'anno scorso, ero convinto che il fiore fosse il ventaglio completo...ops :D-.
Altro dettaglio da sottolineare molte volte: nonostante sia così piccino, puzza, e dio bono se puzza: palude in decompasizione... se bello vuoi apparir, un po' devi soffrir, fortuna che sono nel pieno della mia allergia stagionale!








05/06/2017

Dopo ben quattro giorni con mio incredulo stupore è sfiorita -proprio del tipo che mi sono svegliato e ritrovato i fiori per terra...-. Ed è subito odio.
Fortunatamente, dopo qualche giorno ho scorto un nuovo stelo nascere dallo pseudobulbo precedente e in un attimo ha riacquisito punti: accetto che possa durare così poco solo a patto che continui a fiorire.
Ebbene, oggi i boccioli del nuovo stelo si sono finalmente riaperti anche se con un fiore in meno rispetto alla precedente fioritura, but doesn't matter: è adorabile, seppur continui a guardarla di traverso quasi minacciandola nel caso volesse sfiorire.



2 commenti

  1. Bellissimo, anche il video dove sembra che respiri proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti annusarlo prima did ire bellissimo, potresti ricrederti ahah comunque vero? amo questo genere: la maggior parte ha il labello ipersensibile al minimo spostamento d'aria! prova a cercarti il bulbophyllum saltatorium, quello è micidiale! :D

      Elimina